venerdì 20 aprile 2007

Per restare al passo coi tempi ( e superarli)

Noi, figli dell'etere.

Ricordo quando internet si diffuse quasi a macchia d'olio. Io avevo un vecchio Mac, ricordo che girai per mari e monti per trovare un modem compatibile. E finalmente ero on-line. Con una linea isdn a 128 k, ma ero on-line.
Il mio primo indirizzo e-mail nacque il penultimo anno del liceo, e tutt'ora resta quello. Strano.
E allora nacque pure Anais, insieme a tale indirizzo di posta elettronica.

Poco fa ero a cena con i miei, finisco di mangiare e mi allontanto dal tavolo.
"Vai su internet?" dice mio papà.
"Eh si..." dico io.
Sorriso sulle labbra di mio papà.
"Eh sai devo controllare quelle circa 250 pagine che ho su internet..." dico io.
"Ci sei sempre attaccata, te lo credo..." dice lui.
Poi mio papà guarda mia mamma e dice "Perchè non ti fai un sito anche tu?"

...


A volte si perde l'identità.
Qui a seguire alcuni mezzi per non essere nessuno, ma presenziare ovunque:

Blog
Flickr
LastFm
Tumblr
Twitter
Virb
YouTube
e...boicottiamo myspace...

Scegliete il vostro preferito oppure abusatene di tutti.




7 commenti:

don Mancho ha detto...

Myspace!!! :)

banalitè ha detto...

sto cercando di convincere mia mamma a farsi un blog, un myspace o similari così poi la addo.
Sarei meno contento del myspace, troppo impersonale. Concordo con anais

Anonimo ha detto...

Now it's time for having a "Second Life".

rOD

blago ha detto...

Bisogna abusarne!...ma non troppo eh

Anais ha detto...

ovvio che io sono ovunque...

Anais ha detto...

ahimè.

kay ha detto...

Mi manca solo virb, ma adesso non ho tempo :p